Medicina e Mediterraneo

MED E MED onlus

Medicina e Mediterraneo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Gentilini, in qualità di Presidente dell’Associazione MED e MED, ha fatto il punto sullo stato dell’arte del Progetto FMH (Floating Mobile Hospital) alla Conviviale del Rotary Roma Cassia, tenutasi la sera del 9 aprile 2008 presso l’Hotel de Duke di Roma.

In questa occasione ha presentato, di fronte ad un’Assemblea di competenti e qualificate Personalità, i risultati dei numerosi contatti organizzativi con personalità sanitarie e pazienti, realizzati nella 7ª  missione in Africa svoltasi dal 29 febbraio al 16 marzo in territorio della Tanzania sulla costa dell’Oceano Indiano e del lago Vittoria.

 

         

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FMH

Note sintetiche

 

Le conclusioni

 

  I fondamentali contatti stabiliti con personale e dirigenti di ospedali e dispensari, laboratori, scuole e istituti di formazione tutti gestiti dal governo centrale della Tanzania o da diverse comunità religiose, prevalentemente cattoliche, tra la costa dell’Oceano Indiano a Dar es Salaam e quella del lago Vittoria tra Bukoba, Mwanza e Musoma con aziende in grado di ricevere e trasportare carichi eccezionali, con strutture portuali e con cantieri navali mi hanno permesso di chiudere la fase di preparazione del  progetto FMH.

Tutto è stato documentato con l’aiuto tecnico  e umano di Domenico Barilari.

 

Gli antefatti

 

  I tantissimi casi umani che ho osservato nelle  precedenti numerose missioni sanitarie africane in villaggi interni o rivieraschi sui grandi laghi,  le patologie mediche e chirurgiche semplici o eccezionali affrontate, il contributo alle cure, alla conoscenza e alla ricerca di soluzioni ai disagi di popolazioni che oltre alle note problematiche sanitarie e sociali tropicali hanno quella di convivere con i  danni dell’acqua  in eccesso  (isolamento, inondazioni e inquinamento)  mi hanno suggerito di progettare  FMH   ( Floating Mobile Hospital ) .

 

Il mezzo: cosa è FMH

 

  FMH - F  Floating, galleggiante. Si tratta di un battello con scafo a forma di catamarano in grado di essere Mobile tra villaggi lacustri o isole, H Ospedale compatto in soli 300 m³ sono rappresentati alcuni servizi minimi essenziali:

  1) ambulatorio, primo soccorso e prevenzione 2) laboratorio analisi e diagnostica per immagini 3) sala operatoria e gessi. 4) sala parto e assistenza al neonato. Gli ambienti sono comunicanti in grado di fornire prestazioni minime o anche più complesse in modalità definitiva, con la formula delle dimissioni protette.

 

Con la tecnologia del teleconsulto e l’impegno del KUSHIRIKISHANA.

 

Territori  della  Tanzania  dal  29  febbraio  al  17  marzo  2008

               

                                                                                         Luigi Gentilini

 

 Su